Trasferimento Belmonte Cavazza

Riceviamo e pubblichiamo:

Il 10 maggio, tramite lettera, veniamo a sapere che Belmonte Cavazza, uno dei 5 detenuti conosciuti per aver scritto l’esposto dal carcere di Ascoli Piceno sulla mattanza avvenuta a Modena nel marzo 2020, è stato trasferito presso la casa lavoro di Castelfranco Emilia (Mo). Il 19/04 ha finito di scontare la sua pena in carcere. Pensando che sarebbe tornato in libertà, dopo ben 19 anni di galera, il 23/04 è stato invece trasferito nella casa lavoro, per una misura di sicurezza – dice – che lo perseguita dal 2003.

Il 27 aprile ha “intrapreso uno sciopero della fame perchè da diversi anni mi tengono sequestrato dallo Stato italiano e quindi non ho altre vie per protestare contro questo abuso di potere che ha il nostro ordinamento penitenziario in Italia, mi trattengono con delle normative di Benito Mussolini del 33 e poi festeggiano la liberazione dal fascismo… <https://crabgrass.riseup.net/nessunagalera/>”.

Di seguito l’indirizzo per scrivergli:

Belmonte Cavazza
via Forte urbano, 1
41013, Castelfranco Emilia (MO)

This entry was posted in Anarchia, Repressione e Carcere. Bookmark the permalink.