Grecia: Alcune informazioni dal carcere di Larissa

Pubblichiamo alcune informazioni della prima settimana di dicembre 2020 dal carcere di Larissa, dove un detenuto è stato trovato positivo al virus e gli altri si sono ribellati esigendo dei test per tutti, cosa che sono riusciti ad ottenere; il risultato è stato di quasi 100 detenuti risultati positivi al Covid-19 e l’unica misura adottata è stata quella di isolarli in due miserabili settori del carcere aventi 60 posti letto complessivamente.

Come ha detto un detenuto: «siamo in una prigione dentro la prigione, in quarantena nella quarantena, in isolamento nell’isolamento, ma siamo ancora in piedi!».

Tra i reclusi nel carcere di Larissa che sono risultati positivi al Covid-19 c’è anche il compagno anarchico Vangelis Stathopoulos [arrestato il 9 novembre 2019], da un anno in attesa di giudizio, accusato per la solidarietà attiva che ha espresso nei confronti di un compagno ferito [attualmente latitante].

Qualunque cosa accada al nostro compagno, il costo politico, e non solo, sarà a carico del governo e degli apparati statali. Nulla resterà senza risposta.

Solidarietà attiva a tutti i combattenti imprigionati.

Incendi in ogni carcere.

Anarchici

Fonte: malacoda.noblogs.org

This entry was posted in Anarchia, Repressione e Carcere. Bookmark the permalink.