Cagliari: Perquisizione inerente l’operazione “Lince”

Stamattina, 3 dicembre 2020, a Cagliari è stata eseguita a casa di un compagno una perquisizione richiesta dal pm Guido Pani. Inserita all’interno dell’operazione Lince, che ricordiamo include 45 indagati di cui 5 con l’accusa di 270bis, ha portato al sequestro di una lettera inviata dal compagno a un altro compagno tuttora recluso al carcere di Uta. Particolare il fatto che la lettera fosse già stata sequestrata nel febbraio 2019 al suo arrivo in carcere, e successivamente dissequestrata dopo un riesame. Inoltre è anche insolito il fatto che una perquisizione venga effettuata a più di un anno dalla chiusura dell’indagine nella quale viene inclusa, ma ormai non ci stupisce più nulla.

E’ la seconda perquisizione effettuata a Cagliari nelle ultime settimane, a un mese e mezzo dall’inizio del processo per l’operazione Lince, la prima udienza è il 27 gennaio, queste perquisizioni suonano più che altro come intimidazioni.

Starà a noi dimostrare che così non è.

Kuntra sa prepotentzia de s’istadu feus kumente s’ortigu.

Fonte: ilrovescio.info

This entry was posted in Anarchia, Operazione Lince, Repressione e Carcere. Bookmark the permalink.